Zeb - Sebastiano Cavallo

Chitarra e cori

Zeb - Sebastiano Cavallo

E’ solito raccontare una storia partendo dall’inizio, in questo caso farò una piccola eccezione:

Era gennaio ed ero a casa di un mio amico, stavo strimpellando la chitarra, nel vano tentativo di trovare un giro nuovo del quale mi sarei follemente innamorato ma che poi poco dopo, avrei depositato nel cassetto, consapevole che non sarebbe mai diventato una canzone.

Ad un certo punto sento il mio amico gridarmi “Seb, vai su Facebook, veloce!”.

Atterato sulla pagina di login del social network mi apprestai a inserire le credenziali ed accedere.

Quello che vidi un secondo dopo era sbalorditivo, mio padre dopo tanti anni di silenzio, spunta fuori con una cover, e che cover!

Mi commossi, ma conoscendo mio padre ero certo che quello era solo un inizio di un grande percorso.

"Si chiama ilNero”, mi raccontò, “E' la band con cui sto suonando adesso.”

Ero contentissimo per lui, il cantante che tanto ammiravo da bambino sarebbe ritornato con tante nuove canzoni. 

Questo avvenimento fece scattare una molla in me. Fin da piccolo la chitarra era la mia passione, mi riscattai, era il momento di darmi da fare una volta per tutte nel campo musicale. Dissi basta, basta rimanere con le mani mano! Basta!

Dopo qualche mese mio padre mi chiese di fare un salto a Napoli, voleva farmi conoscere il resto della band. Ne fui molto entusiasta, fino ad’ora li avevo visti solo in foto, ero… come dire… un fan!

Quando arrivai a Napoli la prima volta, la prima cosa che mi colpì era la differenza totale dell’ambiente che mi circondava, era tutto così diverso che mi sembrava di essere su un altro pianeta. Incontrai il resto della band, RKD e Nunzio erano gli unici che conoscevo di vista. 

Anche se a primo impatto dimostrai un po’ di timidezza nei confronti di tutti, ci volle ben poco nel farmeli amici.

Una volta arrivati in sala prove, come prima cosa mi preoccupai di cercare il punto più strategico per ascoltare meglio e per percepire ogni strumento. Mio padre richiamò la mia attenzione indicandomi una Fender Telecaster che era accuratamente appoggiata accanto alla Gibson SG di Joe, il chitarrista solista. Mi disse “Senti Seb, dato che oggi ci manca il secondo chitarrista, perché non… impugni la chitarra e provi a suonare con noi?”

Ho scelto di partire da una apparente fine, per il semplice motivo che questo per me E’ L’INIZIO.

Ciao a tutti, sono Sebastiano Zeb Cavallo e sono la chitarra ritmica de ilNero, pronto a vivere, pronto a morire.

Più visti

LASCIA UN COMMENTO

Leave your comment

Condividi le tue opinioni su ILNERO

Caratteri rimanenti: 1500

comment

  • Luigi

    Grande

    22 Dicembre 2015 - 22:10

    Tale padre tale figlio...sai io non conosco di persona tuo padre ma è una persona molto umile ed anche tu lo sei certamente! Vai avanti che di stoffa ne hai da vendere ed hai un ottimo insegnante! Tante belle cose Zeb...ciaooo

    Rispondi

  • jolanda.pietro@gmail.com

    Pietro

    baldino

    26 Ottobre 2015 - 18:06

    ti auguro di realizzare tutti tuoi sogni musicali....bravo

    Rispondi

  • Stefano

    Zaru

    06 Ottobre 2015 - 17:05

    Grande Zeb, grande talento!

    Rispondi